Pubblicato in: Informazioni

Casa Editrice Nord, Corbaccio, Longanesi, Tre60…

Casa Editrice Nord, Corbaccio, Longanesi, Tre60…
Esito telefonata Casa Editrice Nord

Risultati immagini per gruppo GEMS

Per tutti coloro che si aspettano il completamento delle serie interrotte delle seguenti case editrici:
Casa Editrice Nord, Corbaccio, Longanesi, Tre60 e dello stesso gruppo editoriale. Metteteci una pietra sopra.
Essendo una Holding, i vertici hanno stabilito da sempre che non accetteranno alcun tipo di soluzione alternativa (Babelcube, Raccolta fondi, Petizioni o altro). La certa pubblicazione si basa solo ed esclusivamente sulle richieste che vengono effettuate dalle prenotazioni, sulle vendite dei primi volumi o se gli agenti letterari/autori si lamentano.
Per cui, se non volete ritrovarvi con una storia senza finale acquistate solo a serie concluse. GeMS – Gruppo editoriale Mauri Spagnol
(Fonte: Telefonata alla Casa Editrice Nord)

Post su FB – leggi il post e i commenti dei lettori

Annunci
Pubblicato in: Informazioni, Saghe Interrotte

Gail Carriger parla della sua saga interrotta in Italia

What Happened to the Italian & Spanish Editions?
Un articolo di Gail Carriger

Articolo Originale

Cosa ne è delle edizioni italiane e spagnole ?
prima di tutto, caro lettore,chiedo scusa se questo post non è scritto in italiano o in spagnolo. Allo stato capisco lo spagnolo molto bene ma sono un po’ fuori esercizio per un post scritto. Spero soltanto che il traduttore non storpi troppo il significato. A volte (sebbene i miei sforzi nel Monthly Chirrup  e Latest News e la Books Section del mio website ) ho ancora un punto interrogativo da conoscere:

Dove sono gli ultimi libri della serie Parasol Protectorate in italiano e spagnolo ?

Di seguito la risposta prolissa.

Prima di tutto, cosa succede alla traduzione quando si vende un libro all’estero?
La mia opinione ? Non un granché. Un sibilo occasionale dai miei traduttori francesi e polacchi e molte mail ricorrenti dal Giappone (principalmente riguardanti frasi fatte o uso colloquiale).
Quasi nessun contatto con i miei editori stranieri (fino a quando non richiedono aiuto immediato per la promozione). La maggior parte delle volte nemmeno so quando un libro è uscito in terra straniera fino a quando qualcuno non mi twitta . Quando dico che ottengo informazioni sulla mia carriera da Twitter mica scherzo.

Dal punto di vista legale? Ecco il mistero: La casa straniera ha comprato i diritti di tradurre e produrre il libro esclusivamente nel suo territorio. Mi danno un acconto (come ritorno di royalty). A seconda del tipo di contratto, possiedono tale diritto per un termine temporale preciso e sulla produzione continuativa. Ora , puoi immaginare che si comprino i diritti molto prima che il libro appaia nelle librerie del paese, per non incorrere nell’eccessivo costo di un libro tradotto, messo in produzione e distribuzione.

Se guardate la pagina Foreign Rights page for the Parasol Protectorate (colonna a destra) potete osservare dove sono state vendute le serie e quali libri sono stati acquistati prima del tempo.La stessa cosa succede con Finishing School e con Custard Protocol. Continua a leggere “Gail Carriger parla della sua saga interrotta in Italia”

Pubblicato in: Informazioni, ModPost

Il Progetto #ODIOLESERIEINTERROTTE

10341746_745965675455362_4315154770609593105_n

Dopo l’ennesima serie di cui è stata interrotta la pubblicazione in Italia, noi lettori abbiamo deciso di movimentarci, abbiamo creato dunque il progetto #ODIOLESERIEINTERROTTE, affinché sia possibile far arrivare il nostro pensiero alle Case Editrici.

Siamo consapevoli che il motivo più comune di questa scelta sono gli insoddisfacenti risultati di mercato ma riteniamo anche che una casa editrice debba sforzarsi di mantenere l’impegno preso con i lettori tentando di compensare i presunti risultati negativi di alcune serie (e non è detto che rimarrebbero sempre tali se la serie proseguisse) con quelli positivi di altri suoi successi editoriali. Ragion per cui, convinti che dietro a questa sequela di interruzioni non ci sia altro che il mero guadagno nella sua eccezione più gretta e capitalista a scapito dei diritti di noi lettori, abbiamo deciso di movimentarci.

In mancanza di una qualunque tutela da parte delle associazioni dei consumatori, abbiamo preso coscienza che la miglior cosa è la diffusione di informazioni, ed è questo lo scopo di questo movimento: far sapere a tutti i lettori quali sono le Case Editrici con più serie interrotte e quali sono, soprattutto, per evitare a qualche malcapitato di comprare, magari, i primi volumi di una serie di cui non vedrà mai la fine.

La lista delle serie interrotte UFFICIALMENTE dalle Case Editrici, divise per gruppi editoriali, verrà apposta in questo sitoweb (link diretto nella HOME), assieme alle saghe che non sono state continuate da più di un anno, visto che, in base alla nostra esperienza, se una serie non è pubblicata ALMENO annualmente, c’è il buon 80% delle possibilità che il nuovo volume non vedrà mai gli scaffali di una libreria.

Le Case Editrici che dovessero individuare nella lista serie che hanno intenzioni di continuare sono pregate di contattarci, sarà nostra premura rettificare la lista.

Chiunque, fra i lettori, avesse informazioni diverse, purché attendibili e/o accompagnate da STAMP, potrà informarci, provvederemo anche in questo caso a rettificare il documento.

POSSIBILI SOLUZIONI E/O ALTERNATIVE ALL’INTERRUZIONE

Cogliamo l’occasione per sottoporre alle CE delle soluzioni che, secondo noi, potrebbero aiutare a superare il problema, sperando che, se non venissero ritenute attuabili, ce ne venga cortesemente spiegata la ragione.

  1. Pubblicare i numeri successivi a quelli già pubblicati esclusivamente in ebook ad un prezzo ragionevole tra i 2-4 euro
  2. Non investire in cover costose, perché non sono quelle che ci interessano.
  3. Rinegoziare i diritti d’autore: Spiegando agli agenti degli autori la situazione.
  4. Traduzione: fare una sorta di asta tra i traduttori: chi offre la migliore traduzione al prezzo più basso ottiene il lavoro.
  5. Commercializzazione dell’ebook: Per evitare di pagare percentuali a siti di vendita on line, perché non usare solo il sito della Casa Editrice?

 

Volere è Potere se c’è davvero la volontà.

Ricordando alle case editrici che il lettore investe il proprio denaro ogni volta che acquista un libro, chiediamo:
1. Dov’è finito il rispetto per il cliente?
2. Per quale ragione dovremmo comprare il primo libro di nuove serie/saghe se già sappiamo che c’è il rischio concreto di vederle interrotte?

Se le scelte delle case editrici continueranno ad andare in questo senso, anche noi lettori saremo costretti a interrompere qualcosa: l’acquisto di saghe e serie fin dal primo libro.

 

ADERIRE AL PROGETTO

Lo scopo di questo nostro progetto è quello di sensibilizzare le Case Editrici e, se questo fallisse, di raggiungere un numero tale di utenti da poter essere in grado di raggiungere comunque la loro attenzione su questo nostro problema attraverso iniziative ed eventi in grado di attirare l’attenzione.

Chiunque fosse d’accordo potrà aderire al movimento #ODIOLESERIEINTERROTTE
– Seguendoci sui social newtworks
– Aderendo alle varie iniziative
– Condividendo pensieri e riflessioni sui propri social utilizzando la hastag #odioleserieinterrotte
– Se blogger, inserendo il nostro banner sul proprio blog.
– Seguendoci nelle community dedicate ai libri (aNobii, Goodreader e Co.)
– Aiutandoci a raccogliere STAMP delle vostre richieste alle Case Editrici su serie che amate e che sono state interrotte. Ovviamente fate lo stamp anche delle loro eventuali risposte.

Ringraziamo anticipatamente tutti coloro che ci seguiranno in questa avventura.